Ad otto anni dal lancio dello Unilever Sustainable Living Plan, abbiamo registrato grandi risultati rispetto agli obiettivi che ci eravamo posti.

Per saperne di più, guarda il filmato sotto o visita la pagina dedicata.

In questi anni, abbiamo anche imparato molto. Non da ultimo che le nuove tecnologie, i nuovi modelli aziendali e di pensiero sono fondamentali per mettere in moto i cambiamenti di cui il mondo ha bisogno, velocemente e su ampia scala.

Nonostante le numerose sfide che continuiamo ad affrontare, rimane chiaro che il nostro modo di agire può fare la differenza e continuerà ad essere un elemento fondamentale per la crescita.

“‘Rendere la sostenibilità una consuetudine’ rimane il nostro purpose”, afferma il nostro CEO Alan Jope, “continueremo a perseguire questa missione perché il nostro business sia sempre a servizio del bene comune. Sempre più brand parleranno del proprio impatto sociale e ambientale positivo, in linea con il purpose delle nostre persone e alle aspettative dei nostri clienti. Non si tratta soltanto di anteporre la missione ai profitti, ma di far sì che sia la missione stessa a favorire i profitti”.

Ecco alcune innovazioni attraverso cui cercheremo di fare la differenza.

Verso un’economia circolare per la plastica

Loop delivery

Come azienda produttrice di beni di largo consumo, siamo particolarmente consapevoli dell’impatto dei packaging di plastica sull’ambiente. Per questo, stiamo sviluppando nuove tecnologie e modelli di business per mettere in pratica la nostra strategia globale No, Less, Better plastic. Inoltre, laddove utilizziamo tale materiale, ci impegniamo per creare un’economia circolare.

In Indonesia, stiamo sperimentando una tecnologia innovativa sulla plastica multi-strato utilizzata per le bustine. Lo scopo è trasformare le bustine usate in nuovi polimeri. Se l’esperimento funziona, potrebbe aprire la strada ad un riciclo delle bustine più circolare a beneficio di tutti.

Allo stesso tempo, stiamo innovando anche i modelli di business. A gennaio abbiamo annunciato la collaborazione con Loop, una piattaforma per acquisti a rifiuti zero, attraverso la quale i prodotti vengono spediti direttamente ai consumatori, restituiti e nuovamente riempiti. Alcuni dei nostri marchi hanno sviluppato dei nuovi formati per la piattaforma, come deodoranti stick ricaricabili o tavolette di dentifricio.

Acqua: rispondere alle sfide attraverso l’innovazione

Love beauty and Planet products

Quando si parla di acqua, il maggiore impatto che abbiamo deriva dall’utilizzo dei nostri prodotti da parte dei consumatori per lavarsi o lavare i propri indumenti. Si tratta per noi di una grande sfida perché, nonostante i risultati positivi ottenuti grazie a programmi di sensibilizzazione per cambiare le abitudini delle persone, il progressi che abbiamo registrato non sono stati particolarmente rapidi. Per questo, stiamo sviluppando dei nuovi prodotti e delle formulazioni capaci di funzionare con meno acqua, acqua di bassa qualità o in totale assenza di acqua.

Ad esempio, abbiamo inventato l’innovativo spray per WC Domestos Flush Less che disinfetta ed elimina i cattivi odori senza necessità di tirare lo sciacquone. Dato che ogni getto consuma circa 9 litri di acqua, questa soluzione semplice ma originale può potenzialmente avere un impatto importante sulle aree con scarsità d’acqua.

Inoltre, abbiamo lanciato la gamma Love Beauty and Planet, che comprende balsami per capelli creati attraverso una tecnologia innovativa che scompone la formula del prodotto in piccole molecole accelerando i tempi di risciacquo. Ciò permette ai consumatori di usare meno acqua corrente e ridurre la durata della doccia.

Migliorare le condizioni di vita delle persone, soprattutto delle donne

Sustainable Living Highlights 2019

Attraverso la nostra value chain, abbiamo la possibilità di avere un impatto positivo sulla vita di milioni di persone. Un nucleo importante è quello rappresentato dai piccoli rivenditori nei mercati emergenti, spesso donne. È qui che le innovazioni del settore digitale e dell’e-commerce possono realmente rimuovere le barriere per migliorare redditi e crescita, sulla base del nostro modello Shakti.

La nostra iniziativa Jaza Duka in Kenya, in partnership con Mastercard, digitalizza le procedure di acquisto e vendita di prodotti, dando ai rivenditori la possibilità di accedere a prestiti bancari. In questo modo, possono controllare meglio il proprio inventario e gestire le scorte in linea con la domanda dei clienti.

Kasha, un’iniziativa che s’inscrive nell’ambito della nostra partnership con TRANSFORM, è un altro importante esempio. Questa piattaforma di e-commerce vende e distribuisce alle donne in Ruanda, nel rispetto della loro riservatezza, prodotti per la salute e per la cura della persona attraverso un innovativo sistema inclusivo che favorisce la crescita.

Un’alimentazione più sana sfruttando le potenzialità delle piante

Abbiamo ottenuto buoni progressi nella riformulazione dei nostri prodotti riducendo sale, zuccheri e grassi. Il 48% del nostro portafoglio per volume risponde ai più alti standard nutrizionali, in linea con gli standard per l’alimentazione sanciti a livello globale.

Oggi, sempre più persone vogliono aumentare all’interno della propria alimentazione la percentuale di alimenti di origine vegetale realizzati con ingredienti naturali. La risposta a questa domanda da parte dei consumatori rispecchia perfettamente nel nostro obiettivo di crescita sostenibile e il nostro portafoglio si è ampliato nel 2018 coerentemente ad esso.

Ad esempio, stiamo aumentando l’offerta di prodotti vegani/senza latticini. Ben & Jerry’s, Cornetto, Magnum e Breyers presentano varianti prive di latticini. Inoltre, nel 2018 abbiamo acquisito The Vegetarian Butcher, che ambisce a diventare la maggiore azienda di macelleria al mondo che utilizza prodotti di origine vegetale.

Abbiamo ottenuto buoni progressi, ma c’è ancora molta strada fare

Complessivamente, abbiamo compiuto buoni passi avanti rispetto a tutti i nostri obiettivi, ma riconosciamo che non sarà facile raggiungere alcuni di essi entro la fine del 2020. Ciò però non significa che abbiamo intenzione di arrenderci.

I rifiuti sono un ottimo esempio. L’impatto dei rifiuti generati dall’utilizzo da parte dei nostri clienti si è ridotto del 31% dal 2010. Abbiamo ottenuto ottimi progressi negli ambiti che gestiamo in maniera diretta, riducendo ad esempio i rifiuti nelle nostre attività e progettando packaging alternativi. Negli altri ambiti i progressi sono stati più lenti, nonostante il nostro impegno nella promozione di sistemi di raccolta e riciclaggio. La nostra intenzione oggi è accelerare il nostro impegno sul packaging e far aumentare la domanda per i materiali riciclati.

Esplora di più su questi argomenti
Torna su

CONNETTITI CON NOI

Siamo sempre desiderosi di connetterci con tutti coloro che condividono il nostro obiettivo di rendere la sostenibilità una consuetudine.

CONTATTACI

Mettiti in contatto con Unilever in tutto il mondo.

Contatti