Toggle Cerca

  1. Home
  2. News
  3. News
  4. Verso una flotta frigo ‘clean-cold’ e ‘carbon-free’

Può un motore ad azoto liquido apportare un cambiamento rivoluzionario nella nostra flotta di camion frigo? Pensiamo proprio di sì.

Per alimentare i sistemi di raffreddamento dei camion frigo, per molto tempo sono stati utilizzati i motori diesel. Questi motori sono generalmente considerati sicuri, ma non per l’ambiente, in quanto generano emissioni di diossido di carbonio e grandi quantità di calore. Infatti, sono spesso identificati come una delle principali cause della cattiva qualità dell’aria nelle città più popolate.

La Dearman Engine Company ha sviluppato una tecnologia alternativa, brevettando il Transport Refrigeration Unit (TRU), il primo motore ‘clean-cold’ alimentato da azoto liquido che produce energia pulita e aria fredda senza emissioni.

18.000 km con una tecnologia ‘clean-cold’

La tecnologia della Dearman Company non è ancora in commercio ma abbiamo voluto sperimentarla nella nostra supply chain.

Nel 2017, per sei mesi, abbiamo introdotto il TRU in uno dei nostri camion per il trasporto dei gelati nei Paesi Bassi ed è stato un grandissimo successo. Durante quelle 26 settimane, il camion ha viaggiato per 661 ore percorrendo più di 18.000 km per consegnare gelati Ben & Jerry’s e Ola, alimentato solamente da motore clean-cold.

Nell’esperimento, i refrigeratori hanno mantenuto perfettamente la temperatura dei nostri gelati, senza generare alcuna emissione nelle aree urbane. Secondo la nostra logistica, la tecnologia è stata efficiente, silenziosa, sicura e facile da usare. È stato un successo non solo per l’ambiente, ma anche per l’azienda stessa.

Ci impegniamo a trovare soluzioni sostenibili nella rete logistica e ad utilizzare le nuove tecnologie sul mercato.

Raghuraman Ramakrishnan, VP Logistics Europa

Trovare soluzioni sostenibili nella rete logistica

“Anche se la tecnologia della Dearman Company non era ancora in commercio, ci siamo aperti all’innovazione e abbiamo dato a quest’azienda la grande opportunità di testare un prodotto rivoluzionario in condizioni reali” afferma Raghuraman Ramakrishnan, VP Logistics Europa.

“Ridurre l’impatto ambientale della nostra rete logistica è parte integrante dello Unilever Sustainable Living Plan e il nostro obiettivo è rendere i nostri sistemi di trasporto e distribuzione il più possibile ‘green’. Per raggiungere questo obiettivo, ci impegniamo a trovare soluzioni sostenibili nella rete logistica e ad utilizzare le nuove tecnologie sul mercato” aggiunge.

Secondo un report pubblicato recentemente dall’Università di Birmingham nel Regno Unito, attraverso il 'clean cold’ potremmo contribuire al raggiungimento di quasi tutti i 17 Sustainable Develoment Goal dell’ONU.

Esplora di più su questi argomenti
Torna su