1. Home
  2. ...
  3. News
  4. Unilever Sustainable Living Plan: quali risultati abbiamo ottenuto?

Unilever Sustainable Living Plan: quali risultati abbiamo ottenuto?

Per raggiungere i Global Goals promossi dalle Nazioni Unite, è fondamentale che le aziende pongano la fiducia al primo posto. In tal senso, è necessaria maggiore collaborazione e più trasparenza a tutti i livelli.

Line of schoolgirls in Pakistan

È proprio con questo obiettivo che condividiamo i progressi che abbiamo registrato dal lancio dello Unilever Sustainable Living Plan. Lo USLP è un elemento fondamentale per generare fiducia nella nostra value chain.

L'ultimo report mostra che siamo sulla buona strada per raggiungere circa l'80% dei nostri obiettivi e rende più chiare che mai le sfide che dobbiamo affrontare. Il report ci aiuta inoltre a capire come possiamo condividere al meglio con le altre aziende le nostre esperienze per sostenere e migliorare il loro viaggio sostenibile.

I consumatori desiderano acquistare brand sostenibili

I dati mostrano che la richiesta da parte dei consumatori che acquistano brand sostenibili è in crescita. Secondo i risultati della nostra ricerca, il 54% dei consumatori desidera acquistare brand sostenibili e un terzo di loro già lo fa. Questo rappresenta per noi una grande opportunità, che i nostri brand devono essere pronti a cogliere.

Finora, ci siamo impegnati in questo senso attraverso i nostri Sustainable Living Brands. Questi brand danno uno scopo sociale o ambientale forte a prodotti che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi inscritti nello USLP. Attualmente abbiamo 26 Sustainable Living Brands, un numero crescente rispetto al 2016 quando erano 18.

Nel 2017, sono cresciuti a un ritmo superiore del 46% rispetto agli altri brand e hanno rappresentato il 70% della crescita aziendale. Inoltre, negli ultimi quattro anni hanno registrato un tasso di crescita superiore a quello medio dell’azienda.

Nuovi business, brand e innovazione

Nel frattempo, stiamo anche arricchendo il nostro portfolio attraverso aziende che condividono i nostri valori di sostenibilità. Tra i brand che si sono uniti a Unilever negli ultimi 12 mesi e che rispondono ai nostri valori, ci sono Pukka, Mãe Terra e Sundial.

Ma oltre ad acquisire nuovi brand, ci impegniamo anche a sviluppare quelli esistenti, ponendo la sostenibilità al centro di essi. Un esempio è la gamma vegana di prodotti personal care Love Beauty Planet che usa ingredienti naturali e packaging riciclato, nonché gli snack vegani senza glutine Red Red, lanciati nel Regno Unito all'inizio di quest'anno.

Inoltre, attraverso i nostri brand più importanti, quelli preferiti e l’innovazione, ogni giorno raggiungiamo sempre più persone. Ad esempio, lo scorso anno, Domestos ha lanciato delle innovazioni per combattere problemi d’igiene e scarsità d'acqua, tra cui una polvere per la pulizia del bagno economica in India e lo spray "Flush Less" in Sudafrica.

601m

Alla fine del 2017, abbiamo raggiunto 601 milioni di persone attraverso i nostri programmi sul lavaggio delle mani, sulla pulizia, l’igiene orale, l’autostima e l’acqua potabile.

109

Alla fine del 2017, 109 dei nostri siti di produzione in 36 paesi usavano reti elettriche al 100% rinnovabili, corrispondente al 65% del consumo elettrico totale.

56%

Alla fine del 2017, il 56% delle nostre materie prime agricole aveva provenienza sostenibile.

USLP: i progressi registrati nel 2017

La buona notizia è che, dopo sette anni, siamo sulla buona strada per raggiungere circa l’80% dei nostri obiettivi.

Entro il 2020, migliorare la salute e il benessere di oltre 1 miliardo di persone

Siamo sulla giusta strada per raggiungere il nostro obiettivo di raddoppiare, entro il 2020, l’offerta dei prodotti del nostro portafoglio che rispetta i più alti standard nutrizionali. Finora, si tratta già del 39% per volume. Stiamo riformulando molti aspetti in tutte le categorie di prodotti e abbiamo registrato progressi significativi nella riduzione di sale, grassi saturi, calorie e zuccheri. Ad esempio, il 70% dei mercati in cui vendiamo gelati regolari ora offrono le versioni mini. Nel 2017 abbiamo lanciato Mini Magnum in India e Mini Cornetto in Brasile.

Per quanto riguarda salute e igiene, alla fine del 2017 più di 600 milioni di persone hanno avuto accesso, grazie ai nostri programmi, al lavaggio delle mani, pulizia, igiene orale, autostima e acqua potabile. Uno dei brand che ha avuto un impatto molto significativo è Dove, grazie all’attenzione che ripone da anni su tema dell’autostima. Abbiamo già raggiunto 29 milioni di giovani e siamo sulla buona strada per raggiungerne 40 milioni entro il 2020.

Dimezzare l'impatto ambientale dei nostri prodotti nell’intera value chain entro il 2030

Per quanto riguarda il nostro impatto, abbiamo registrato buoni risultati in quasi tutte le aree. Ad esempio, dal 2008 abbiamo ridotto le emissioni di CO₂ provenienti dall'energia nella nostra produzione del 47%, abbiamo ridotto l'utilizzo di acqua del 39% e i rifiuti totali da smaltire sono diventati il 98%. Abbiamo anche fatto passi avanti nella nostra supply chain estesa. Ad esempio, alla fine del 2017, il 56% delle nostre materie prime agricole aveva provenienza sostenibile.

Ridurre l’impatto generato dall’utilizzo dei nostri prodotti da parte dei consumatori continua a essere una grande sfida. Ad esempio, dal 2010 siamo riusciti a ridurre l'utilizzo di acqua solo del 2%. Ma abbiamo anche belle notizie. Abbiamo registrato un progresso incoraggiante sul volume di rifiuti da imballaggi e abbiamo preso l’impegno di rendere tutti i nostri imballaggi di plastica completamente riutilizzabili, riciclabili o compostabili entro il 2025.

Entro il 2020, migliorare le condizioni di vita di milioni di persone

Nel 2017 abbiamo rilanciato la nostra Responsible Sourcing Policy, per rafforzare il nostro approccio e aumentare il numero di fornitori aderenti al programma. Circa il 55% degli acquisti sono stati effettuati tramite fornitori che rispettano la Policy. Il nostro obiettivo è raggiungere il 100% entro il 2020.

Siamo convinti che l’empowerment delle donne sia fondamentale per lo sviluppo umano e la crescita economica. Stiamo costruendo un'organizzazione capace di bilanciare i sessi: alla fine del 2017, il 47% del management era composto da donne, un numero in crescita rispetto al 46% del 2016. Il nostro programma Shakti offre lavoro a più di 70.000 donne in comunità rurali a basso reddito. Nel 2017, abbiamo anche aiutato 1,2 milioni di donne ad accedere a iniziative volte ad aumentare la loro sicurezza, sviluppare le loro capacità ed espandere le loro opportunità.

Per quanto riguarda la creazione di un business più inclusivo, nel 2017 abbiamo aiutato circa 716.000 piccoli agricoli ad avere accesso a iniziative che mirano a migliorare le loro pratiche agricole o ad aumentare i loro profitti. Abbiamo anche aiutato 1,6 milioni piccoli rivenditori a migliorare i loro guadagni.

Graph showing increase
70%

Il 70% della crescita del fatturato dell’azienda a livello globale è derivata dai Sustainable Living Brands.

Foto di Son Ng-Hoang, Unilever, Vietnam

Quali saranno i prossimi passi?

Da quando abbiamo lanciato lo USLP nel 2010, sono cambiate molte cose nel mondo. Quando abbiamo iniziato a pensare a una sua evoluzione, abbiamo voluto raccogliere le opinioni delle nostre persone e di stakeholders esterni su quello che facciamo e su quali dovrebbero essere le nostre prossime azioni. Ci siamo così impegnati nel più grande esercizio di ascolto che abbiamo mai condotto sul futuro del business sostenibile in Unilever.

Oltre a intervistare esperti provenienti da tutta la nostra value chain (tra cui investitori, fornitori, clienti, agenzie creative, altre aziende, opinion leaders, ONG e accademici), abbiamo anche chiesto alle nostre persone in tutto il mondo di rispondere ad un sondaggio per identificare le problematiche che avevano più a cuore.

Le loro risposte hanno mostrato che lo USLP è diventato una grande fonte di orgoglio e motivazione nel mondo del business, nonché il motivo principale per cui molte persone si sono unite all'azienda. Allo stesso tempo, siamo stati felici di sapere che lo USLP gode di grande stima anche all’esterno.

Ma si sa, questa stima ciò comporta grandi aspettative. Una persona esterna all’azienda che ha partecipato al sondaggio ha commentato: «Unilever è in una posizione scomoda. Le aspettative sono più alte che mai. Questo alza gli standard per tutti coloro che lavorano in Unilever e lavorano sui prossimi passi da intraprendere.»

Lo scopo di questo progetto era ottenere una maggiore consapevolezza di quale forma dare allo USLP nel futuro, sulla base del punto di vista sia di persone interne sia di esperti indipendenti che operano nel settore del business sostenibile. Ora raccoglieremo tutti i loro preziosi commenti e lavoreremo sui prossimi passi del processo. Pubblicheremo aggiornamenti su questo tema regolarmente, quindi vi invitiamo a leggerli per vedere quali saranno i nostri progressi in futuro.

Foto in alto di Muhammad Taha, Unilever, Pakistan

Esplora di più su questi argomenti
Torna su

CONNETTITI CON NOI

Siamo sempre desiderosi di connetterci con tutti coloro che condividono il nostro obiettivo di rendere la sostenibilità una consuetudine.

CONTATTACI

Mettiti in contatto con Unilever in tutto il mondo.

Contatti