1. Home
  2. ...
  3. Comunicati Stampa
  4. Unilever Sustainable Living Plan Progress 2013

Unilever Sustainable Living Plan Progress 2013

Presentati i nuovi traguardi raggiunti dall'azienda che dimostrano come la sostenibilità rappresenti l'unico modello di business oggi percorribile per continuare ad essere competitivi

Logo aziendale Unilever

Viviamo in un mondo in cui le risorse ambientali ed energetiche scarseggiano e le disuguaglianze sociali aumentano visibilmente. Unilever è consapevole di quanto profondi siano i cambiamenti in atto a livello sociale, economico ed ambientale. Ed è proprio da questa consapevolezza che nasce la volontà di contribuire per propria parte affinché si trovi una soluzione. Ma perché questo succeda, è necessario cambiare.

Una crescita sostenibile ed equa è l'unico modello di business possibile, oggi. Per questo Unilever ha definito una strategia chiara in cui i suoi marchi e i suoi servizi, da un lato, ispirano e soddisfano le persone di tutto il mondo e, dall'altro, permettono di raddoppiare le dimensioni e il fatturato dell'azienda, riducendo al contempo l'impatto ambientale e aumentando quello sociale positivo.

Questo impegno si è tradotto nell'Unilever Sustainable Living Plan, varato dall'azienda nel 2010, un Piano per il Vivere Sostenibile che si pone di raggiungere tra grandi obiettivi entro il 2020: aiutare più di un miliardo di persone ad agire in prima persona per migliorare la propria salute e il proprio benessere; dimezzare l'impatto ambientale della produzione e dell’uso dei nostri prodotti; migliorare le condizioni di vita di milioni di persone di pari passo con la crescita della nostra azienda. 

L'Unilever Sustainable Living Plan si compone di una dimensione economica e sociale: i prodotti dell'azienda fanno la differenza per la salute e il benessere delle persone e grazie ad un approccio etico nei confronti dei fornitori, Unilever sostiene le condizioni di vita di molte comunità.

Tanto è stato già fatto in appena 3 anni dall'avvio del programma. Nel 2013 Unilever ha deciso di intraprendere una revisione ancora più profonda su ogni funzione e categoria di prodotto, identificando quelle azioni che possono ulteriormente velocizzare il processo di crescita sostenibile. Ciò che è stato compreso è che si può fare ancora di più, soprattutto per quanto riguarda problemi sociali ed economici che interessano diversi milioni di persone in tutto il mondo. Intensificare gli sforzi è il primo passo verso una reale trasformazione.

Ogni macro obiettivo, si diceva, si compone di sotto-categorie per le quali sono stati fissati traguardi intermedi da raggiungere con determinate tempistiche. Diversi di questi sono già stati raggiunti in anticipo rispetto alla tabella di marcia.

Vediamo in breve, categoria per categoria, i traguardi raggiunti fino al 2013 dal Piano per il Vivere Sostenbile.

Salute e igiene

Obiettivo: entro il 2020, aiutare più di un miliardo di persone a migliorare la propria salute e igiene, riducendo l'incidenza di malattie mortali come, ad esempio, la dissenteria

Traguardi: entro la fine del 2013 sono stati raggiunti 303 milioni di persone a trarre beneficio dalle campagne di educazione e dai programmi sociali di marchi come Lifebuoy o Dove.

Alimentazione

Obiettivo: entro il 2020, raddoppiare la proporzione di marchi food del portafoglio Unilever che soddisfano gli standard di riferimento basati sulle raccomandazioni nutrizionali internazionali. Già nel 2012 la maggioranza dei prodotti alimentari di Unilever soddisfaceva o addirittura superava gli standard fissati dagli esperti.

Traguardi: Nel 2013, il 31% del portfolio Unilever, in termini di volume, ha soddisfatto i più elevati standard nutritivi, in base a indicazioni sulla dieta riconosciute a livello globale.

Gas serra

Obiettivo: dimezzare l'impatto delle emissioni di gas serra da parte dei nostri prodotti su tutto il ciclo di vita entro il 2020

Traguardi: Dal 2010 ad oggi, l'impatto di gas serra per utilizzo per singolo consumatore è stato ridotto del 5% circa. Dal 2008 la riduzione di CO2 da fonti energetiche è stata del 32% per tonnellata prodotta. Rispetto al 1995, questo valore rappresenta un calo del 62% in assoluto.

Uso dell'acqua

Obiettivo: entro il 2020, dimezzare l'impiego di acqua utilizzata per i prodotti, per singolo consumatore

Traguardi: l'impatto per singolo consumatore è salito di circa il 15% dal 2010, anno di avvio dell'Unilever Sustainable Living Plan

Rifiuti e imballaggi

Obiettivo: dimezzare, entro il 2020, i rifiuti associati allo smaltimento dei prodotti Unilever.

Traguardi: dal 2010 l'ingombro totale delle discariche è stato ridotto dell'11%. Merito di un design più efficiente delle confezioni, un uso innovativo dei materiali, lo smaltimento di marchi di salse con ingombro più consistente di rifiuti.

Approvvigionamento sostenibile

Obiettivo: entro il 2020 Unilever acquisterà il 100% delle sue materie prime in modo sostenibile. I progressi in questo campo sono stati molto incoraggianti: dal 10% di approvvigionamento sostenibile del 2010 si è passati al 30% nel 2012. Obiettivo 50% per il 2015 e 100% per 2020

Traguardi: Alla fine del 2013, il 48% delle materie prime agricole acquistate da Unilever proveniva da fonti sostenibili. L'Azienda si è focalizzata sui dieci gruppi di materie agricole che compongono quasi i due terzi dei volumi d'acquisto: olio di palma, carta e cartone, soia, zucchero, tè, frutta e verdura, olio di girasole, olio di colza, ingrediente di origine casearia, cacao.

Per maggiori informazioni sui traguardi raggiunti da Unilever a 3 anni dal lancio dell'Unilever Sustainable Living Plan, potete visitare la sezione Vivere Sostenibile.

Esplora di più su questi argomenti
Torna su

CONNETTITI CON NOI

Siamo sempre desiderosi di connetterci con tutti coloro che condividono il nostro obiettivo di rendere la sostenibilità una consuetudine.

CONTATTACI

Mettiti in contatto con Unilever in tutto il mondo.

Contatti