Toggle Cerca

  1. Home
  2. Chi siamo
  3. Fondazione Unilever
  4. PSI: Salvare vite con il lavaggio delle mani e l’acqua potabile

PSI: Salvare vite con il lavaggio delle mani e l’acqua potabile

Ogni anno oltre 2 milioni di bambini non arrivano a festeggiare il quinto compleanno a causa della diarrea e della polmonite. Oggi, la Fondazione Unilever e PSI, un’organizzazione che si occupa di salute a livello mondiale, collaborano per impedire questo tipo di decessi facilmente evitabili insegnando l’importanza di lavarsi le mani con il sapone e potenziando l’accesso all’acqua potabile sicura. Questi programmi nascono dall’esperienza di 40 anni di attività maturata sul campo da PSI nei paesi in via di sviluppo e dall’impegno volto a migliorare la salute dei bambini e delle loro famiglie.

Lavarsi le mani

Anche se molte persone in tutto il mondo si lavano le mani con l’acqua, in determinati momenti cruciali, come dopo aver utilizzato i servizi igienici, dopo aver pulito i bambini o prima di maneggiare il cibo, sono in pochi a farlo con il sapone. Gli esperti stimano che se la pratica di utilizzare il sapone per lavarsi le mani divenisse un’abitudine, i decessi dovuti a diarrea si dimezzerebbero, mentre 1 su 4 di quelli dovuti a infezioni respiratorie acute potrebbero essere evitati.

Unilever e PSI stanno lavorando con i governi locali per diffondere l’abitudine di lavarsi le mani con il sapone nelle scuole e nelle comunità in Kenya, Vietnam e Zimbabwe, tre paesi in cui tale pratica è particolarmente carente. In Kenya, ad esempio, il 28% dei bambini in età scolare afferma di lavarsi le mani con l’acqua in determinate situazioni critiche ma solo l’1% lo fa con il sapone.

Grazie a questa iniziativa congiunta, i bambini prenderanno l’abitudine di lavarsi le mani con il sapone, regolarmente e correttamente, in determinati momenti critici della giornata. Usando i saponi Lifebuoy e attraverso una campagna di sensibilizzazione, gli insegnanti e gli operatori sanitari della comunità spingono i bambini in età scolare a cambiare le proprie abitudini con programmi per il lavaggio delle mani e altre attività, come la composizione di canzoni, la creazione di storie a fumetti e addirittura tramite la promessa solenne di lavarsi le mani. Sappiamo bene che se un bambino impara e comprende i comportamenti salutari da adottare, contribuirà a trasmetterli alla propria famiglia e alle generazioni future, scatenando un potente effetto a catena. I programmi hanno raggiunto più di 1 milione di persone.

Waterworks: migliorare l’accesso all’acqua potabile sicura

Waterworks è un progetto nato dalla collaborazione tra la Fondazione Unilever, PSI e Pureit e si propone di portare acqua potabile pulita alle comunità bisognose nella città di Bhopal, in India. Questo programma senza scopo di lucro fornisce gratuitamente depuratori Pureit (il sistema domestico di depurazione dell’acqua di Unilever) per le case.

Le donne della comunità locale vengono formate da PSI sulla metodologia per il cambiamento del comportamento affinché i membri della comunità possano imparare a utilizzare i depuratori Pureit grazie ai quali saranno al sicuro dalle malattie trasmesse attraverso l’acqua. In qualità di madri, sorelle, zie e amiche dei membri della comunità, le donne che partecipano al programma Waterworks sono in grado di stabilire una comunicazione di completa fiducia con familiari ed amici sulle questioni sanitarie che li riguardano più da vicino.

Inoltre, il programma Waterworks si propone di incrementare l’autonomia finanziaria delle donne della comunità grazie al reddito fisso mensile destinato alle partecipanti al programma.

Torna su